Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web

Italian English French German Spanish Russian Chinese Japanese

Bilancio 2018, continua il trend positivo del Gruppo Cefla.

cefla corporate 1Il 2018 è stato un anno molto positivo per il Gruppo Cefla e le sue cinque Business Unit (Engineering, Shopfitting, Finishing, Medical Equipment e Lighting), nonostante l’incerta situazione globale. Il Gruppo Cefla non è stato a guardare, anzi. Ha acquisito in ogni Business Unit importanti lavori e al contempo ha proseguito una strategia di investimenti e riorganizzazioni interne volte ad affrontare al meglio le sfide attuali e future.
In particolare, i risultati delle Business Unit Medical Equipment e Finishing hanno raggiunto valori record sia in termini di volumi che di redditività, così come significativa è stata la contribuzione della BU Engineering (ex Impianti) e molto promettente quella della neonata BU Lighting.
Per la BU Shopfitting il 2018 è stato un anno di forte criticità, legata all’evoluzione del mondo retail, ma sono state poste in essere una serie di iniziative tese a migliorare l’efficienza operativa, ad accrescere la competitività nei mercati internazionali di riferimento e a garantire la stabilità economico-finanziaria.
Nel complesso, i ricavi sono stati realizzati per il 47% in Italia, per il 30% negli altri paesi europei e per il 23% nel resto del mondo.
L’Ebitda consolidato, pari a circa 50 milioni di euro, ha consentito un flusso di cassa positivo al netto degli Investimenti, interamente autofinanziati, che ammontano a oltre 30 milioni di euro, soprattutto nella BU Finishing (nuova gamma delle macchine a rullo ed il nuovo forno ad eccimeri ExyDry-Z) e nella BU Medical Equipment (rinnovo della gamma riuniti e nuovi prodotti imaging e sterilizzazione).
La Posizione Finanziaria Netta del gruppo registra, in chiusura d’esercizio, un saldo positivo di 21 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 13 milioni del 2017, mentre l’Utile Netto chiude a 30 milioni di euro (+ 8,1% rispetto al 2017).
Nel 2018, alla crescita organica si è aggiunta quella per linee esterne, che ha visto l’acquisizione della società BioSAFIN, azienda produttrice di sistemi implantari odontoiatrici e di Lucifero’s, specializzata nella progettazione e realizzazione di corpi illuminanti per l’architetturale.
In occasione dell’Assemblea Sociale del 31 maggio scorso, che ha visto l’approvazione del Bilancio 2018, redatto in conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS, è stato inoltre riconfermato per i prossimi tre anni l’intero Consiglio di Amministrazione uscente e con esso i relativi vertici: Gianmaria Balducci alla Presidenza e Claudio Fedrigo alla Vice Presidenza.

“Il CDA ringrazia i soci per la fiducia e tutte le colleghe e colleghi del Gruppo Cefla che, con il loro lavoro quotidiano – in ufficio, dietro le linee di assemblaggio, nei cantieri e nelle nostre sedi in giro per il mondo – hanno permesso di tradurre in numeri le strategie del gruppo manageriale e le linee guida del Consiglio di Amministrazione”, dichiara il presidente Gianmaria Balducci.
Gran parte degli obiettivi fissati ad inizio anno sono stati raggiunti e superati, grazie al costruttivo confronto tra soci, dipendenti e gruppo manageriale, e alla partecipazione di tutte le risorse presenti in azienda.
L’instabilità dello scenario macroeconomico richiede una continua focalizzazione sulla struttura dei costi, mentre nel 2019 continueranno ad essere sviluppate da tutte le BU le attività previste dal Business Plan 2018-2020 secondo le linee guida di crescita: internalizzazione, digitalizzazione e servitizzazione.
“Negli anni a venire Cefla potrà sempre contare sui valori che la contraddistinguono e che la guidano dal 1932. Questi valori, indipendentemente dal settore di appartenenza, ci spingono a fare sempre meglio nella ricerca incessante di creazione di valore, coerenti con la nostra missione di rendere migliore la vita delle persone”, conclude Balducci.
Nella foto di gruppo il Cda di Cefla: da sinistra Cristian Pungetti, Nevio Pelliconi, Gianmaria Balducci (presidente), Andrea Formica (direttore generale), Claudio Fedrigo (vice presidente) e Yuri Della Godenza.
Cefla è un’industria multibusiness italiana, fondata nel 1932 a Imola, ove è presente con il quartier generale e con presenza internazionale con vasti stabilimenti produttivi. L’attività del Gruppo è consolidata e può contare su una trentina di sedi (delle quali circa la metà sono produttive) in diversi Paesi. Il business di Cefla è identificato da aree specifiche: ENGINEERING (impiantistica civile, industriale e per il settore energia); SHOPFITTING (arredamento e soluzioni personalizzate per Retail e Contract); FINISHING (macchine e impianti per la verniciatura, la finitura e la stampa digitale); MEDICAL EQUIPMENT (per il settore odontoiatrico e medicale); LIGHTING (azienda specializzata nello sviluppo di tecnologie Led). La forza di Cefla è frutto di principi che la contraddistinguono fin dalla sua fondazione: visione strategica e internazionalizzazione; investimento in tecnologia e innovazione; solidità patrimoniale e finanziaria per una costante crescita profittevole.