Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web

Italian English French German Spanish Russian Chinese Japanese

Le aziende fanno buon uso dei feedback dei clienti?

Trustpilot 1Raccogliere i feedback dei clienti è importante per aver successo come azienda. Ascoltando ciò che il proprio pubblico dice, non solo si ha la possibilità di ottenere preziosi input su come migliorare il proprio business, ma si può anche capire in cosa si eccelle e in cosa invece la qualità del proprio servizio clienti può migliorare.
Ma non è sempre semplice! Individuare i punti deboli della propria attività e fare una stima delle risorse necessarie da impiegare nelle diverse aree aziendali per potenziarle, può risultare complicato. Per questo è essenziale investire in tecnologie che siano in grado di aiutare l’azienda ad ottimizzare i propri costi e a mettere in pratica ciò che i feedback ricevuti dalla propria clientela dicono.
Secondo una ricerca condotta nel Regno Unito da Trustpilot, in collaborazione con Brightpearl Research, soltanto il 40% delle aziende è “fortemente convinto” di poter individuare l’area specifica del proprio business a cui una data lamentela si riferisce. I tempi di risposta potrebbero essere notevolmente ridotti, sviluppando soluzioni e tecnologie avanzate per identificare un problema non appena si presenta. Ciononostante, l’indagine condotta da Trustpilot rivela che soltanto 1 azienda su 5 (più precisamente il 19%) ha investito in soluzioni tecnologiche che la aiutino a risolvere problemi specifici, quali ad esempio la soddisfazione della propria clientela e la politica dei resi. Questa sorprendente percentuale accende i riflettori direttamente sul perché i brand del mondo del commercio al dettaglio stentano a capire come gestire i feedback negativi.
Come emerge dallo studio di Trustpilot, la percezione dei clienti sul proprio percorso d’acquisto (e l’impressione positiva o negativa che questo genera in loro), ha un impatto diretto sul punteggio, il numero di feedback e le opinioni emerse nelle valutazioni e nelle recensioni che un’azienda riceve.
Esiste una grande (ma inutilizzata) opportunità per i commercianti e per i brand di investire negli strumenti giusti per affrontare le sfide di ogni giorno. Cogliere questa occasione, significherebbe minimizzare l’impatto delle recensioni negative, coinvolgere maggiormente il proprio pubblico e distinguersi dalla concorrenza. Inoltre, assicurando ai loro clienti esperienze di acquisto fluide e senza imprevisti, i commercianti avrebbero maggiori possibilità di generare feedback e valutazioni positive e dare loro la giusta eco.
A proposito di Trustpilot
Trustpilot è la piattaforma di recensioni più influente al mondo - gratuita e aperta a tutti. Con più di 65 milioni di recensioni e oltre 290.000 domini ospitati, Trustpilot offre agli utenti un luogo d'incontro dove condividere recensioni e conoscere meglio le aziende, fornendo a queste ultime gli strumenti per trasformare i feedback dei consumatori in risultati aziendali concreti. La sua mission è quella di avvicinare consumatori e aziende per migliorare continuamente le esperienze di tutti. Le recensioni di Trustpilot vengono visualizzate più di 3 miliardi di volte ogni mese dai consumatori di tutto il mondo. Con uffici a Copenaghen, Londra, New York, Denver, Berlino, Melbourne e Vilnius, i 770 collaboratori di Trustpilot rappresentano più di 40 diverse nazionalità. Per maggiori informazioni, visita il sito it.trustpilot.com