Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web

Italian English French German Spanish Russian Chinese Japanese

Myfoody, la startup contro gli sprechi alimentari premiata da Federdistribuzione

myfoodMyfoody (https://myfoody.it) – la prima startup italiana impegnata nella lotta contro gli sprechi alimentari attraverso un sistema che permette agli utenti di conoscere i prodotti in scadenza, scontati fino al 50%, nei supermercati e fare una spesa a spreco zero e conveniente – annuncia gli ottimi risultati raggiunti nei primi sei mesi del 2019, salvando oltre 250.000 prodotti in scadenza che alternativamente sarebbero stati gettati. Un traguardo importante, riconosciuto anche da Federdistribuzione che ha premiato Myfoody come “miglior soluzione in Italia per la GDO per contrastare il problema degli sprechi alimentari”.

A fronte di numeri e riconoscimenti tanto positivi, l’azienda ha di recente lanciato la partnership con LIDL Italia nelle zone di Milano, Bologna e Torino e ha deciso di dotare la propria app di nuove feature dedicate alla sensibilizzazione della propria community, che ad oggi conta oltre 50.000 utenti attivi e 40.000 follower sui canali social.

Myfoody ha, inoltre, introdotto nell’app la nuova sezione “Impara” con consigli utili per l’autoproduzione e l’eco-cosmesi, ricette anti-spreco realizzate con le parti di scarto di frutta e verdura e indicazioni per uno stile di vita sostenibile.

Con le stesse finalità, Myfoody ha recentemente lanciato il nuovo progetto “Meet My Brand” con l’obiettivo di raccontare alla propria community l’impegno che distingue i brand del territorio nazionale sul tema sostenibilità e responsabilità sociale. Molte grandi aziende si impegnano, infatti, ogni giorno per garantire al pianeta un futuro migliore: l’intento di questo progetto è quello di condividere i valori legati alla sostenibilità come rispetto dell’ambiente, uso di energie rinnovabili, impegno sociale e trasparenza del percorso di filiera.  

 

materiali press mood totale

 

Il funzionamento dell’app di Myfoody resta estremamente intuitivo: attraverso l’app (disponibile gratuitamente per iOS e per Android), i consumatori possono conoscere in modo rapido e veloce i prodotti alimentari prossimi alla scadenza e recarsi al supermercato per il loro acquisto, risparmiando fino al 50% sul prezzo finale del prodotto.

Grazie a una logica di proximity marketing, infatti, Myfoody innova il rapporto tra punto vendita e consumatore finale e diffonde la propria filosofia “zero waste”. Sempre tramite l’app, gli utenti che lo desiderano possono attivare le notifiche e ricevere informazioni sulle offerte disponibili nei propri negozi preferiti.

L’azienda sta continuando ad attivare nuove collaborazioni con le principali insegne del territorio, tra cui Coop e Lidl Italia, e vanta – ad oggi – circa cento punti vendita partner dislocati nelle zone di Milano e provincia, Roma e provincia, Torino e provincia, Bologna, Parma, Alessandria, Saronno, Pavia, Lodi, Viterbo e provincia, Frosinone, Latina e Terni.

Entro il 2020, Myfoody ha in programma di espandersi ulteriormente sul territorio nazionale raggiungendo capillarmente tutte le principali città della penisola e arrivando a coinvolgere circa 1.000 punti vendita.  

“Myfoody è una soluzione win-win-win per l’ambiente, le persone e i supermercati pensata per trasformare un problema come quello dello spreco alimentare in una nuova opportunità di sviluppo – afferma Francesco Giberti, fondatore e CEO di Myfoody – Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti nel corso di quest’anno ma vogliamo continuare a crescere con l’obiettivo di creare la più importante community green food tech in Italia. Partiamo dalla lotta contro gli sprechi alimentari perché conoscere il cibo ed essere consapevoli del suo valore è alla base di un consumo critico e di un’economia familiare indispensabile per la riduzione degli sprechi nella vita di tutti i giorni. Vogliamo continuare a sensibilizzare la nostra community affinchè i nostri utenti siano più consapevoli di quanto il proprio impatto ambientale e sociale possa influire sul pianeta, in un'ottica che ci responsabilizza e ci rende unici fautori del nostro futuro.”


Myfoody
Myfoody è una startup innovativa che si rivolge parallelamente alla GDO e ai consumatori rivoluzionando il rapporto tra brand, punto vendita e consumatori finali lungo tutta la shopping experience ed integrando le esperienze online e offline attraverso un’azione di proximity marketing. Myfoody, infatti, lavora principalmente su due fronti: da una parte con la GDO, con l'obiettivo di ridurre lo spreco alimentare andando a lavorare sulla gestione dei prodotti a rischio spreco; dall‘altra – attraverso la propria app - con il consumatore, mirando alla creazione di una community antispreco attraverso cui veicolare azioni a scopo educational e informazioni sugli stili di vita più sostenibili. L’app di Myfoody è disponibile per iOS ed Android. Per saperne di più: www.myfoody.it.