Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web

Italian English French German Spanish Russian Chinese Japanese

MD S.p.A.: Un anno di inaugurazini dalle Alpi alla Sicilia.

md esterno1Il prossimo 17 dicembre MD S.p.A festeggerà il suo opening day invernale con l’apertura contemporanea di 4 punti vendita: si accenderanno quel giorno le insegne dei nuovi MD a San Severo (FG), Pompei (NA), Maranello (MO) e Magenta (MI).
E non saranno gli ultimi del 2018: due giorni dopo, il 19 dicembre, sarà tagliato il nastro del nuovo punto vendita di Monopoli (BA).

Il 2018 si chiude così con un numero ragguardevole di new opening, 10 solo nel mese di dicembre, che portano in totale i punti vendita del Gruppo inaugurati nel corso del 2018 a ben 37. Una media di tre store al mese, che conferma le previsioni del piano quadriennale annunciato ad aprile 2018 dal cavalier Patrizio Podini, presidente e fondatore del Gruppo MD.

Le ultime inaugurazioni sono un’ulteriore testimonianza della forza di questo Gruppo, impegnato a superare i già ottimi dati di bilancio che lo vedono oggi secondo player italiano del settore discount con 2,3 miliardi di euro di fatturato nel 2017 e ben 750 punti vendita.

MD in questi mesi ha confermato il suo intento di “conquistare” la Toscana, unica regione italiana dove l’insegna non era presente nel 2017 e che oggi vede sventolare la bandiera MD a Terricciola (PI) e da dicembre anche a Grosseto, dove il nuovo store è stato aperto in seguito alla ristrutturazione di un lotto commerciale in parziale stato di abbandono.
Un altro intervento importante nel segno della riqualificazione cittadina è stata l’apertura, lo scorso 6 dicembre, del nuovo punto vendita di Napoli Materdei, proprio nel cuore del rione Sanità, che ha dato lavoro a 10 giovani del luogo e ristrutturato uno stabile nella zona più caratteristica della città.

Anche la Sicilia si è confermata strategica nel piano di investimenti 2018, con le aperture di Siracusa e Comiso (RG). Si è acceso il primo MD alle porte di Reggio Emilia con il grande store di Casalgrande, doppiato dopo appena un mese da quello di Maranello, in provincia di Modena.
Doppia apertura anche per il Veneto, a Scorzè (VE) e San Martino Buon Albergo (VR). E infine è importante citare il caso della Sardegna, regione che detiene un vero record di punti vendita MD: gli ultimi due tagli del nastro a Quartucciu (CA) e nel centro di Cagliari portano a 84 gli store sull’isola, di cui 32 nel solo cagliaritano.  

Tutti punti vendita capaci di dare ciascuno lavoro a personale locale tra i 10 e 15 dipendenti: nel 2018 le nuove assunzioni sono state circa 400.

Circa il 50% dei nuovi store sono a gestione diretta, realizzati ex novo o ristrutturati secondo il format che ha debuttato nel 2015. Spazi luminosi e accoglienti, serviti da ampi parcheggi e completati da infrastrutture e servizi utili alla città realizzati dallo stesso Gruppo.

E naturalmente le previsioni sono di continuare questa esaltante corsa dalle Alpi alla Sicilia. «Continueremo a perseguire gli obiettivi che ci siamo prefissati all’inizio del 2018 - afferma il cavalier Podini - A renderci particolarmente orgogliosi sono soprattutto i clienti che affollano i nostri punti vendita; Un ringraziamento va anche alle istituzioni delle realtà territoriali in cui abbiamo aperto per il favore riservatoci

Chi è MD S.p.A.
MD S.p.A è il secondo player italiano del settore discount che con il marchio MD, detiene oltre 750 punti vendita in tutta Italia, serviti da 8 centri logistici per la distribuzione. L’azienda, fondata 24 anni fa dal Cav. Patrizio Podini che tuttora la presiede, detiene una quota di mercato del 15%, occupa oltre 6500 dipendenti e ha chiuso il 2017 con un fatturato di 2,3 miliardi di euro (+9,5% sul 2016).