Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web

Italian English French German Spanish Russian Chinese Japanese

Etichettatura energetica: in arrivo l’obbligo per gli armadi frigoriferi e i congelatori professionali.

Secondo quanto specificato dalla direttiva europea 2010/30/UE, dal 1° Luglio 2016 entrerà in vigore l’obbligo di etichettatura energetica, e riguarderà precisamente gli armadi frigoriferi e i congelatori professionali alimentati dalla rete elettrica.
La direttiva europea 2010/30/UE riguarda l’etichettatura energetica e le indicazioni sul consumo di energia e di altre risorse dei prodotti connessi all’energia che essa deve riportare, e dal Regolamento Delegato UE 2015/1094 che integra la direttiva in materia di etichettatura energetica di armadi frigoriferi e congelatori professionali.
Il Regolamento, in dettaglio, tratta dell’ambito di applicazione dell’etichettatura energetica, delle varie definizioni, della responsabilità dei fornitori e dei distributori, delle varie verifiche e dell’entrata in vigore del Regolamento stesso.
Dopo aver precisato che il Regolamento si applica ad “armadi frigoriferi/congelatori professionali alimentati dalla rete elettrica, compresi quelli venduti per la refrigerazione di alimenti e di mangimi”, il contenuto specifica quali sono i prodotti esonerati dal rispettare il Regolamento stesso.
Altra componente fondamentale trattata dal Regolamento, sono le responsabilità che ricadono sui fornitori. I fornitori che immetteranno nel mercato armadi frigoriferi o congelatori professionali, a partire dal 1° Luglio 2016, saranno infatti tenuti a rispettare alcune regole:
- Stampare etichette conformi a quanto specificato nell’allegato 3 e applicarle a ogni prodotto;
- Creare, per ogni modello di prodotto, etichette elettroniche conformi a quanto specificato nell’allegato 3;
- Mettere a disposizione una scheda relativa al prodotto, secondo quanto precisato nell’allegato 4;
- Mettere a disposizione una scheda elettronica relativa al prodotto, secondo quanto precisato nell’allegato 4;
- Fornire, su richiesta, la documentazione tecnica alle autorità degli Stati membri, in conformità con quanto esplicitato nell’allegato 5;
- Le informazioni relative al consumo di energia o al prezzo di un prodotto, che figurano nella pubblicità del modello specifico, devono fare riferimento alla sua classe di efficienza energetica;
- Le informazioni relative ai parametri tecnici specifici di un prodotto, che figurano nel materiale tecnico promozionale del modello specifico, devono fare riferimento alla sua classe di efficienza energetica.
Dal 1° Luglio 2019 è previsto un aggiornamento dell’etichetta energetica.