Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web

Italian English French German Spanish Russian Chinese Japanese

Nova Coop presenta ai soci il bilancio del 2021

Nova Coop, la cooperativa dei consumatori con 65 punti vendita in Piemonte e alta Lombardia, presenta il bilancio consuntivo e consolidato 2021 e chiama i suoi oltre 603 mila soci a partecipare alle Assemblee separate di bilancio che, come negli ultimi due anni, si svolgono in modalità straordinaria attraverso il voto per delega.

A partire da martedì 3 maggio, ogni socio può collegarsi al sito www.vivicoop.it o recarsi direttamente nel proprio negozio di riferimento per prendere visione dell’ordine del giorno delle assemblee e dei relativi documenti illustrativi e di voto.

L’esercizio 2021 di Nova Coop si è chiuso con un valore della produzione di 1,078 miliardi di euro e un utile netto di 16,35 milioni di euro. Alla marginalità diretta realizzata dalla rete di vendita è andato a sommarsi un importante risultato finanziario per quasi 54,5 milioni di euro, al quale hanno contribuito il ritorno dello stacco di dividendi delle società quotate e, in alcuni casi, il riconoscimento di un doppio dividendo. 

Il bilancio consolidato di gruppo del 2021, che comprende i risultati conseguiti da Nova Aeg e dalle altre società controllate, registra un valore complessivo delle vendite consolidate a 1,821 miliardi di euro.

Nel corso del 2021 Nova Coop ha rafforzato i tratti di cooperativa attenta alla salute e sicurezza delle persone, fortemente orientata alla sostenibilità, che innova e a volte anticipa le necessità di consumo sia nel negozio fisico che online, proseguendo il suo impegno verso l’omnicanalità e la centralità del cliente annunciata con il piano strategico del 2019.

A fronte dei ricavi enunciati, nel corso del 2021 più di 100 milioni di euro di sconti sono andati a favore dei soci della cooperativa, che ne hanno potuto usufruire tramite promozioni mirate, offerte dedicate e punti catalogo. In particolare, quasi 31 milioni di euro hanno rappresentato vantaggi esclusivamente dedicati ai soci di Nova Coop. Una particolare attenzione è stata dedicata anche al valore del territorio con la proposizione, per il secondo anno consecutivo, dell’iniziativa “Prodotti in Piemonte” dedicata ai fornitori regionali per favorire il consumo di qualità e il sostegno alle filiere dell’economia locale. Le abitudini di acquisto di soci e clienti nel corso dell’anno si sono modificate, per effetto di normative meno emergenziali nelle restrizioni alle vendite e agli spostamenti, portando a un riequilibrio delle quote di fatturato tra strutture di prossimità e grandi ipermercati e segnando una forte crescita degli scontrini a rete assoluta sull’anno passato, come ulteriore segno di ritorno alla normalità dell’atto di fare la spesa.

Il canale e-commerce www.coopshoop.it ha continuato ad apprezzarsi con una crescita sia del fatturato (+11,1%) sia delle spese prodotte (+7,95%). Nel corso del 2021 la consegna della spesa a domicilio con Coop a Casa ha raggiunto la copertura di 300 comuni nelle cinque province piemontesi di Torino, Novara, Vercelli, Biella e Cuneo; sono stati attivati nuovi punti di ritiro Coop Drive adiacenti ai punti vendita di Torino Corso Molise e Borgomanero; è stato introdotto il nuovo servizio di ritiro della spesa con gli armadietti Coop Locker presso il superstore di Torino via Botticelli e gli ipercoop di Collegno, Novara e Galliate.

Anche in un anno difficile è continuato il lavoro di ammodernamento ed efficientamento dei negozi esistenti, con un investimento complessivo di oltre 7 milioni di euro. Di questi, quasi 3 milioni sono stati spesi per il progetto di riqualificazione del superstore di Rivoli, importi pari a 1,6 milioni e a circa 1 milione di euro sono stati destinati rispettivamente all’ipercoop di Crevoladossola e al supermercato di Caluso, ulteriori interventi minori hanno riguardato altre tre strutture di vendita.

Nova Coop ha chiuso l’anno con 86.022 soci prestatori e una crescita dei depositi che ha portato a superare i 742 milioni di euro di prestito sociale. Il valore del rapporto tra prestito sociale e patrimonio netto della cooperativa è di 0,89, un dato nettamente migliore rispetto alla soglia di legge di 3 e alla media delle cooperative di consumo che, nel 2020 era di 1,28. Il Presidente di Nova Coop Ernesto Dalle Rive dichiara: «Presentiamo ai soci ancora una volta un bilancio positivo che conferma l’ottima capacità della cooperativa di presidio del mercato piemontese e l’attenzione costante a seguire una politica di contenimento dei costi e di efficientamento dei processi gestionali. Anche per il 2021, c’è stata una particolare attenzione a sviluppare strategie favorevoli a soci e clienti e in questa cornice abbiamo agito per cercare il più possibile di difendere il potere di acquisto dei consumatori, assorbendo i rincari di listino dovuti al crescente fenomeno inflattivo, e al tempo stesso di determinare con il mondo dell’industria tramite l’azione del nostro Consorzio e di Coop Italia, comportamenti volti a non subire penalizzazioni eccessive».

Nelle scorse settimane alla cooperativa è stato riconosciuto da Cerved Group il premio “Industria Felix” per le sue performance gestionali e l’affidabilità finanziaria in base ai dati del bilancio 2020.