Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito alle agenzie pubblicitarie, agli istituti che eseguono analisi dei dati web e ai social media nostri partner. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web

Italian English French German Spanish Russian Chinese Japanese

La sostenibilità può influenzare l'acquisto dei vestiti: il cotone americano può aiutare a comunicarla.

cotone 11Sempre più i consumatori mostrano di avere desideri in termini di sostenibilità tanto che brand e retailer d’abbigliamento stanno iniziando a considerare maggiormente l’impatto della sostenibilità un fattore determinante per il proprio business.
Harris Insights & Analytics ha realizzato una ricerca mondiale commissionata da CCI per analizzare l’importanza della sostenibilità per i consumatori e il relativo impatto sulle decisioni d’acquisto.
I risultati hanno evidenziato come i consumatori (86%) siano preoccupati in tema di sostenibilità. Se, da un lato, i consumatori sono maggiormente preoccupati in fatto di sostenibilità legata all’acquisto di cibo, elettrodomestici e automobili, il 61% ha a cuore la sostenibilità anche quando acquista vestiti.
I consumatori dichiarano di interessarsi al tema sostenibilità sia perché credono essere la cosa giusta da fare (41%) sia per fare la propria parte per proteggere l’ambiente (39%) o per supportare le aziende che operano in modo corretto (38%).
Il cotone, in quest’ottica, può rappresentare per brand e retailer un modo per comunicare la sostenibilità ai consumatori. Infatti questi ultimi associano il “cotone al 100%” con la sostenibilità, molto di più rispetto ad altri tessuti quali la lana, seta, poliestere, rayon e spandex. Per i consumatori più informati inoltre le fibre sintetiche sono associate ai residui di microfibra negli oceani.
L’83% dei consumatori pensa che il cotone sia sicuro per l’ambiente: il cotone americano è considerato amico dell’ambiente (69%), più del cotone australiano (65%), indiano (64%), BCI (61%), africano (60%), cinese (56%) o uzbeco (53%).
Cotton Council International (CCI) è l’associazione no-profit che promuove la fibra di cotone degli Stati Uniti e i prodotti in cotone in tutto il mondo attraverso il marchio COTTON USATM. CCI opera in più di 50 paesi con 20 uffici in tutto il mondo. Con più di 60 anni di esperienza, la mission CCI è rendere il cotone americano la fibra preferita da produttori, brand e retailer e consumatori, portando un valore aggiunto in grado di offrire profittabilità all’industria del cotone americano e indirizzare la crescita delle esportazioni di fibra, filato e prodotti in cotone. www.cottonusa.org.